Crea sito

Sogno di Mezzanotte: Solitunedì ed i quattro guardiani di Matteo Mancini

 

Oggi qui sul blog vi parlo di un libro per ragazzi tutto italiano e di un autore emergente!

Un coniglio e un gruppo di perfetti sconosciuti vivono un’avventura in un mondo fantastico. Tra il mondo dei videogiochi, il mondo delle dentiere e il mondo delle cose dimenticate sul divano i ragazzi vivranno un’avventura emozionante che li cambierà e li farà crescere.

Parlarvi di questo breve libro non è molto facile. Non è facile perché essendo breve non si può tirar una recensione chilometrica e ricca di particolari. Ma siamo qui a parlarne e non indugiamo oltre.

Ho trovato questo titolo davvero interessante poiché potrebbe essere una sottospecie di Geronimo Stilton. Questo perché ha delle premesse per una nuova serie del tipo “Il regno della fantasia”. Il problema di questo libro secondo me è lo sviluppo del primo libro di questa saga. Assistiamo infatti a dei viaggi in mondi fantastici che però non sono collegati tra di loro in alcun modo. Nel senso che i protagonisti vanno nel X mondo e dopo tornano nel nostro mondo. Questa scelta risulta a mio parere un occasione persa poiché da una parte risultano una sorta di racconti con gli stessi protagonisti. Dall’altra parte invece si poteva costruire un mondo fantastico unico e far girare i personaggi per questo mondo. In questo modo i ragazzi che avrebbero letto questo romanzo avrebbero potuto immergersi ed empatizzare di più per tutto il contesto. Inoltre se fosse stato utilizzato il “secondo metodo” l’autore avrebbe potuto far crescere i personaggi maggiormente risultando meno piatti e più come un ragazzino reale.

Parlando invece delle cose che ho trovato gradevoli di questo libro sono principalmente due: la prima è la scorrevolezza del libro. Infatti è una lettura perfetta per l’estate, magari da leggere sotto l’ombrellone. Questo fatto è davvero lodevole perché essendo un libro per ragazzi deve intrattenere una fascia d’età che generalmente legge davvero poco. Il secondo punto che è ho apprezzato di questo libro è il finale che pur non essendo super innovativo rimane un colpo di scena perfetto per introdurre il prossimo volume della serie.
In conclusione trovo questo libro una lettura davvero leggera e gradevole per passare un po’ di tempo con una buona lettura. Tuttavia non ritroverete dentro questo libro un grande capolavoro per ragazzi, anzi rimane un classico libro per ragazzi che potrebbe spiccare, ma in realtà non è in grado di farlo.
Vedremo se con il secondo volume la storia migliorerà o no. 

Alla prossima recensione!

Translate »