Crea sito

Un caffè con : Bookscansaveus

 

Oggi ritorno con le interviste belle che piacciono a me, questa volta a Giada di Bookscansaveus!


Iniziamo subito con quest’intervista che spero vi piaccia

Innanzitutto ti ringrazio per aver aderito a questa mia rubrica. Direi che per farti conoscere ai lettori di Profumo di Panna sia davvero doveroso incominciare con una presentazione

Certo! Mi chiamo Giada, ho 16 anni ed ho una pagina Instagram al nome di @bookscansaveus. All’interno di essa porto recensioni riguardanti i libri che leggo, booktag e molto altro; anzi, parlo anche a volte di serie tv e film. Una pagina nella quale mi piace “fare quattro chiacchiere” con i miei followers e scambiarci opinioni! Ho aperto la pagina qualche tempo prima di Halloween dopo aver conosciuto diversi profili simili al mio

Iniziamo con le vere e proprie domande, come è nata la tua passione per la lettura?

La mia passione per la lettura è nata in prima media: l’insegnante di italiano voleva che ogni alunno leggesse un libro al mese. Per scegliere qualcosa di leggero mi sono cimentata sui romanzi rosa che purtroppo non mi hanno mai conquistata. Non riuscivo mai a finire il libro entro la data stabilita.
Nel vedere ciò, la professoressa decise di consigliarmi Harry Potter, di cui ne sono rimasta sorpresissima: non immaginavo che leggere potesse essere così coinvolgente! Ho quindi conosciuto il Mondo Fantastico che mi ha aperto strade anche ad altre letture, quali Shadowhunters che amo, e molte altre. Oggi posso dire che provo di tutto, anche se sui rosa sono molto pignola!

Perché hai deciso di aprire un blog e un account Instagram che parla di libri?

La decisione di aprire una pagina sui libri è stata molto lenta, poiché non molto sicura;nella mia città ci sono pochissime persone che leggono, di conseguenza mi sarebbe piaciuto dire la mia opinione sulle mie letture; non mi sarei mai immaginata però che qualcuno avrebbe davvero letto quel che scrivo.
Per quanto riguarda il blog l’ho aperto per svago, niente di serio. Non parlo solo di libri, ma anche di musica e serie tv che amo. Non posso starci molto dietro quindi mantengo le mie recensioni su Instagram, come da origine!

Parlando proprio della parte social dei libri, come è cambiato il tuo modo di approcciarti ai libri dopo la creazione dei tuoi social dedicati?

Il mio approccio per i libri è rimasto lo stesso anche dopo i social. Li gusto sempre con piacere, li vivo, voglio sentirmi coinvolta nella storia, come facevo prima dei social. Non percepisco la lettura come un obbligo, è qualcosa che piace e che faccio volentieri!
L’unico cambiamento è quello di ricordarmi di scrivere una recensione riguardo ad esso per condividere la mia opinione.

Grazie al mondo della  lettura misto alla potenza dei social, hai creato nuove amicizie?

Sí; tanto per cominciare sto partecipando a un gruppo di lettura con delle ragazze simpaticissime e molto gentili, anch’esse con un loro profilo Instagram. Poi ovviamente la possibilità di chattare sui direct aiuta moltissimo, magari per condividere e parlare di una passione in comune. Con altri ho instaurato un rapporto che ci ha portati a conversare anche su whatsapp

Credi che il mondo dei libri e dei social riesca a creare delle amicizie? Come mai secondo te?

Assolutamente! Questo l’ho capito in particolare modo per una sensazione di disagio che all’inizio avevo: mi sentivo molto “inferiore” rispetto ad altri data la mia età. Ormai ci sono pochissimi profili di miei coetanei, infatti la maggior parte hanno un’età compresa tra i 19 anni e i 30 (almeno, coloro con cui ho dei contatti). Tuttavia dopo aver conosciuto un paio di queste pagine ho scoperto che la lettura, indifferentemente dall’età, unisce, trovandomi molto bene anche con persone più grandi.

La lettura è un collante unisce le persone per una passione comune. La community di lettori è piccola, diciamo la verità, quindi a contatto con persone  portatori dei nostri stessi interessi, mi sono sentita molto meno sola riguardo a questo argomento. Purtroppo i miei amici non leggono


 Il mondo del Web è visto molte volte come una minaccia,una cosa pericolosa,secondo te lo è? Perché?

 il web è una minaccia se usato senza attenzione; internet è una piattaforma sulla quale ciò che pubblichiamo può essere vista da tutti e difficilmente è rimovibile; il web per me è utile per documentarsi e conoscere… purtroppo esistono profili falsi, dietro i quali ci sono persone che cercano di storcere informazioni per fare del male. Per questo sto molto attenta a ciò che dico, sia nei direct che online.
Inoltre nel mio caso condividere libri non mi sembra pericoloso, anzi!

 Ritornando al discorso libri, secondo te promuovere la lettura attrae la gente alla lettura?

No, oggigiorno no. La lettura nei ragazzini è come una bestemmia, faticoso e inutile. Ovviamente non tutti, ma la grande maggior parte preferisce altro e meno educativo.

Utilizzo bookstagram per conversare con altri amanti della lettura, difficilmente chi odia leggere andrà a vedere il mio profilo.

La scuola secondo te è un approccio valido alla scuola? Com’è stata/è la tua esperienza?

Lo sarebbe se offrissero libri adatti all’età degli studenti. Parlando con altre pagine ho scoperto che professori assegnavano letture in prima media di Levi, a parer mio pesante per un’età così giovane. Con questo primo approccio alla lettura, gli studenti saranno i primi a sbiancare di fronte ai libri di una libreria… per fortuna tutti i miei insegnanti hanno sempre offerto titoli interessantissimi

Il tuo nome dei social è bookscansaveus, ovvero i libri  possono salvarci, secondo te come, in che occasioni e perché?

Un libro estranea dal mondo circostante; nei momenti in cui sto male leggere mi sembra l’unico mezzo con il quale stare bene. Divento un’altra identità, non sono più giada. Mi allontano dai problemi, per questo penso che salvino.

Ho avuto un periodo abbastanza complicato, e se mi sono un po’ riprenderà è stato grazie anche a questo

Ringrazio davvero con il cuore Bookscansaveus per la sua disponibilità! Spero che vi sia piaciuta!
Vi saluto!
Eros

4 Risposte a “Un caffè con : Bookscansaveus”

I commenti sono chiusi.

Translate »